Come attrarre e coinvolgere i visitatori al tuo evento ibrido grazie alla community

Come attrarre e coinvolgere i visitatori al tuo evento ibrido grazie alla community

La gestione di una community per un evento ibrido diventerà un’attività sempre più fondamentale per attrarre e coinvolgere i visitatori.

Attrarre e coinvolgere i visitatori ad un evento ibrido costituirà una delle prove che gli organizzatori di eventi dovranno sostenere durante l’era post-Covid19.

Un’attività importante destinata a divenire sempre più cruciale per superare la sfida consisterà nella gestione di una community per l’evento stesso e le soluzioni tecnologiche per eventi ibridi forniranno metriche di coinvolgimento incoraggianti.

Durante l’evento ibrido, i visitatori presenzieranno in diversi formati, in presenza o virtualmente, ma, nonostante ciò, il loro coinvolgimento potrà comunque avvenire su un’unica piattaforma e sarà caratterizzato da molteplici punti di contatto scalabili ed esperienze di networking di nicchia di alto valore

Un evento, infatti, è molto mirato: ha un’agenda, relatori esperti, un elenco curato di partecipanti e obiettivi generali e la piattaforma sarà per la community un luogo unico in cui discutere degli argomenti dell’evento in maniera approfondita e avere sessioni curate e conversazioni mirate con esperti che la pensano allo stesso modo. 

La community dell’evento ibrido, quindi, sarà in grado di fornire valore all’attività di networking professionale, attraverso l’utilizzo di strumenti specifici della piattaforma di coinvolgimento: motori di matchmaking, funzionalità di chat e chat video e funzionalità come Drive condivisi per progetti di collaborazione con altre persone.

Gran parte del coinvolgimento continuo della community avverrà grazie ai contenuti resi disponibili on-demand sulla piattaforma dell’evento. La piattaforma dell’evento ibrido fungerà da hub per la community e per tutti i contenuti che sono stati creati e curati all’interno, non solo per un singolo evento, ma su base continuativa.

Gli eventi ibridi consentiranno agli organizzatori di trasformare l’intero ecosistema di eventi in una libreria di contenuti facilmente accessibile, modificabile e trasmissibile a un pubblico internazionale e che potrà essere sfruttata in qualsiasi modo si ritenga opportuno, prima, durante e dopo l’evento.

Questo cambiamento richiederà non solo la creazione di librerie di contenuti su richiesta, ma anche la riconsiderazione del modo in cui i contenuti degli eventi saranno progettati, per mantenerli accattivanti e riutilizzabili dagli utenti anche molto tempo dopo la conclusione dell’evento.

I contenuti on-demand, inoltre, potranno essere la chiave per monetizzare le community, consentendo modelli di abbonamento e diversi livelli di accesso. Ad esempio, alcuni eventi potranno essere esperienze solo per gli abbonati, mentre altri potranno essere eventi una tantum aperti a chiunque. Questo contenuto si alimenterà da solo e manterrà le persone all’interno della community, invece di inviarle a piattaforme come YouTube dove potrebbero fare clic su un video correlato della concorrenza. (Per approfondire leggi anche: “Come costruire una community di partecipanti al tuo evento…grazie al digitale!“).

In conclusione. la gestione di una community per l’evento ibrido permetterà agli organizzatori non solo di attrarre numerosi visitatori ma anche di mantenerli coinvolti prima, durante e dopo l’evento. Per far sì che ciò avvenga con successo, le piattaforme di eventi ibridi, come LetzFair, accorreranno in aiuto degli organizzatori: da un lato forniranno valore all’attività di networking professionale, consentendo la gestione della community non solo sulla piattaforma stessa ma anche a livello di social network, dall’altro faciliteranno la monetizzazione della community.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due + 7 =

Social Media

Resta sempre aggiornato

Iscriviti alla nostra Newsletter settimanale

Richiedi ora la demo Gratuita