Relazione con i visitatori

Mantenere una relazione con i visitatori e trasformarli in clienti: ecco come

Se hai già avuto l’occasione di partecipare ad una fiera, saprai sicuramente che, nei giorni di esposizione, si ha a che fare con decine se non centinaia di visitatori diversi! 

È fondamentale cercare di ottenere da queste persone un recapito (email o numero di cellulare) in modo da poter mantenere una relazione i visitatori una volta che l’evento sarà terminato. 

I contatti sono importanti

I visitatori della fiera sono tutti potenziali clienti. Per questo motivo è fondamentale analizzarli e classificarli in modo da concentrarsi solo su quelli che possono rivelarsi clienti importanti, che sono sempre una porzione ridotta rispetto a tutti i visitatori che abbiamo incontrato durante l’evento.

I visitatori dello stand possono essere quindi classificati in questo modo: 

  • Visitatore generico
  • Visitatore target: visitatore potenzialmente interessato all’azienda
  • Visitatore dello stand: visitatore attratto dall’efficacia espositiva dello stand ma non per forza interessato alla nostra azienda 
  • Visitatore contatto: visitatore con cui si stabilisce un contatto informativo
  • Visitatore contatto di vendita: visitatore con cui, dopo la fiera, si generano contatti di vendita

Ogni persona ha la sua storia, i suoi valori e la sua cultura; per riuscire a creare una relazione bisogna conoscerla: immaginare la sua vita, fare domande con curiosità, provare a capire i suoi gusti, le altre aziende che sta seguendo e che considera dei leader, le sue sfide professionali e personali. 

una volta chiariti questi aspetti si potrà iniziare a pensare a:

  • che priorità dare alla gestione del contatto
  • gestire e curare la relazione con lui
  • come i tuoi prodotti o servizi possono essergli d’aiuto
  • preparare, scrivere e presentare la proposta commerciale

Quando e come prendere contatto con i visitatori

Solitamente prima di prendere contatto con i potenziali clienti è opportuno far passare qualche giorno dall’incontro.

Il motivo è che durante la fiera il visitatore ha avuto a che fare con decine di espositori che probabilmente gli hanno offerto soluzioni analoghe, ed è molto probabile che abbia bisogno di alcuni giorni per elaborare inconsciamente le diverse soluzioni che gli sono state proposte. 

La cosa migliore da fare, quindi, è far passare 4-5 giorni e a quel punto mettersi in contatto con il visitatore tramite una mail, ringraziandolo per aver visitato lo stand, proponendogli un’offerta che potrebbe interessargli o riaprendo il discorso che avete affrontato durante la fiera. 

Per avere un quadro più preciso dei visitatori, potrebbe essere utile creare una scheda per ogni contatto all’interno della quale andare a inserire i recapiti del visitatore e l’offerta che gli si vuole proporre. 

Questo tipo di attività è utile anche per tenere traccia dello sviluppo della relazione con i visitatori e capire se la partecipazione alla fiera si sia rivelata utile o meno.

Organizza quindi fin da subito la tua partecipazione in fiera nell’ottica di raccogliere e utilizzare efficacemente i dati:

  • per scremare fin da subito i contatti interessati da quelli meno interessati, predisponi un’agenda per gli appuntamenti e una serie di domande ad hoc
  • utilizza i fogli di calcolo digitali per raccogliere i nominativi in un formato funzionale
  • registra direttamente gli interessati alla newsletter

Con una piattaforma per eventi come Letzfair il processo di raccolta dei dati di recapito dei visitatori è ancora più semplice e intuitivo. 

Se sei interessato ad una soluzione che, tra le numerose funzionalità, possa semplificare il processo di scambio di recapiti tra espositori e visitatori, aiutandoli a mantenere una relazione con il visitatore anche ad evento terminato, richiedi una demo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 + 8 =

Social Media

Resta sempre aggiornato

Iscriviti alla nostra Newsletter settimanale

Richiedi ora la demo Gratuita