team building

Team building: 4 spunti per la tua azienda

Con “team building aziendale” si intende l’insieme di attività, svolte all’interno o all’esterno del contesto lavorativo, che hanno l’obiettivo di promuovere l’integrazione, la comunicazione e la produttività tra i dipendenti.

In seguito alle attività da remoto in costante aumento, il team building non è mai stato così importante. Grazie a queste iniziative, l’ambiente sarà più coinvolto e motivato da uno spirito di squadra e le idee nasceranno in modo organico. L’impatto positivo quindi sarà calcolato sui lavoratori ma anche sulle performance aziendali: i dipendenti si influenzeranno positivamente a vicenda, e ognuno potrà essere d’ispirazione all’altro.

Se quindi sei in cerca di nuove idee per alimentare il senso di unione e di collettività nella tua realtà aziendale, ti trovi nel luogo giusto. Nel nostro nuovo articolo ti proporremo quattro spunti che potrai sfruttare per migliorare il rapporto con il team.

1. Attività di RSI

I programmi di Responsabilità Sociale d’Impresa possono unire perfettamente le attività di team building (come la comunicazione e il lavoro di gruppo) con attività che giovino alla crescita della tua community locale.

Questi programmi possono variare a seconda degli scopi e dell’organizzazione della tua azienda. Essi pertanto coincidono, soprattutto, nell’assemblare o raccogliere oggetti da donare a bambini bisognosi, impacchettare cibo o bevande per mense o piccole realtà culinarie locali o, ancora, costruire carrozzine per anziani e disabili. Le attività di RSI sono state implementate da numerose aziende in seguito alla pandemia, e stanno diventando sempre più utilizzate per il team building.

Grazie a questi progetti possono crearsi esperienze memorabili e legami ancora più forti.

2. Svolgi attività in-door

Un elemento di particolare valore per ciascun componente di un’organizzazione è rappresentato dalla possibilità di trascorrere una giornata fuori dal proprio ufficio, senza pensare al proprio lavoro.

La tentazione di passare del tempo con i propri dipendenti in location all’aperto è molto alta, soprattutto se il meteo e la stagione sono dei più promettenti. Tendenzialmente però, è preferibile svolgere attività indoor: questo ti permetterà di evitare distrazioni, come rumori fastidiosi o altri eventi atmosferici.

Tramite la prenotazione di una location al chiuso sarà possibile poi massimizzare la soddisfazione dei partecipanti: personalizzazione delle postazioni, regolamento della temperatura interna e scelta delle apparecchiature audiovisive sono solo alcune delle funzionalità che potrai adottare.

3. Ogni quanto organizzare un’attività di team building?

Se hai già avuto occasione di organizzare team building aziendali, sicuramente ti sarai chiesto quando e ogni quanto cimentarti. Dunque, il nostro consiglio è: pianifica appuntamenti periodici, possibilmente mensili o addirittura settimanali.

Solitamente, quando si pensa al team building si pensa ad un’occasione per accogliere nuovi dipendenti e conoscerli, per celebrare un successo e così via. Potrebbe essere organizzato in situazioni impegnative, come una fusione o un’acquisizione aziendale, o nel momento in cui un direttore deve lasciare il proprio ruolo. Ma non ci si deve limitare a questa definizione: avere una cadenza regolare permetterà di costruire una vera e propria community e attivare scambi di opinione.

Prova a pensare quindi a questa attività come uno sport: solo con allenamento costante e con continuità riuscirai a raggiungere i tuoi obiettivi di integrazione.

4. Gamification per team building virtuali

Se ti risulta difficile organizzare attività di team building tramite appuntamenti fisici, non preoccuparti: la gamification ti permetterà di adattare le specifiche esigenze di ogni tuo componente, persino di chi è distante.

Potrai, per esempio, organizzare giochi di squadra online che permettano, oltre che garantire un momento di divertimento per tutti, di far maturare nel tuo team abilità di problem solving. Il tutto accompagnato da una videochiamata su piattaforme come Zoom o Meet. Aggiungi anche una pausa caffé, per conoscersi meglio da persone e non da lavoratori.

Un’altra soluzione è rappresentata dalle domande: fornire un apposito spazio online, per suggerimenti sul team building, sarà sicuramente apprezzato dalla tua squadra. Dai l’occasione ai tuoi componenti di poter esprimere la loro opinione su cosa non sia funzionato negli ultimi appuntamenti, su cosa debba essere migliorato o su come debbano essere gestiti i vari dipartimenti.

Offri loro incentivi alla partecipazione: perché non premiare il dipendente che propone l’idea migliore? In questo modo, susciterai anche un clima di competizione e di sfida positiva.

Conclusioni

Assumere personale qualificato è fondamentale per la tua organizzazione, ma non basta. Dovrai agire affinché non si creino ambienti dove regnano conflitti, tensione e disaccordo: il team building rappresenta l’alleato perfetto in questa sfida.

Avere lavoratori soddisfatti non solo dai propri ruoli, ma anche dai rapporti con gli altri lavoratori, darà una svolta nella competitività della tua azienda. In un periodo in cui é difficile elaborare strategie di lungo periodo, avere un team solido su cui poter contare rappresenta il primo step per avere un vantaggio competitivo e una possibilità di raggiungere più grandi obiettivi.

Quanto puoi contare sulla tua squadra?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − 1 =

Social Media

Resta sempre aggiornato

Iscriviti alla nostra Newsletter settimanale

Richiedi ora la demo Gratuita