esperienza utente

L’esperienza utente: una nuova frontiera

La nuova parola d’ordine è esperienza utente. È una definizione nata per descrivere la relazione tra una persona e un prodotto, un servizio oppure un sistema: è un approccio omnicomprensivo che prende in considerazione l’interazione dell’utente a 360°, coinvolgendo gli aspetti esperienziali, affettivi, sensoriali, sia collegati all’oggettività del percorso che alle percezioni personali.

Si tratta dell’insieme di sensazioni che una persona prova durante l’utilizzo di un’interfaccia digitale. Non sono importanti solamente efficienza, efficacia e semplicità di utilizzo di un prodotto, ma assumono sempre più importanza le emozioni e le motivazioni degli utenti.

Ma come si applica tutto questo a un evento digitale?

Affinché un evento virtuale o ibrido ottenga il successo sperato, la piattaforma deve garantire una perfetta user experience, il che si traduce in un utilizzo semplice e intuitivo del sistema, un’interfaccia grafica esteticamente piacevole e una struttura che aiuti a generare profitto. Ciò in modo tale da fornire ai partecipanti tutti gli strumenti per godersi pienamente l’iniziativa.

Vediamo, quindi, alcuni suggerimenti per sfruttare appieno una piattaforma di UX:

1.     Mantieni il focus sugli obiettivi dell’azienda

Nella definizione della strategia di realizzazione di un evento non dimenticarti quali sono i tuoi obiettivi aziendali. Se il tuo scopo è vendere il tuo prodotto o servizio, la UX non potrà mai essere la stessa nel caso tu invece volessi invitare l’utenza a iscriversi a webinar, oppure a effettuare il download di un ebook, o ancora a lasciare i tuoi contatti per ricevere prodotti omaggio.

Arrivare alla Call To Action dev’essere un processo fluido, personalizzato e ingaggiante per l’utente, ma deve essere assolutamente funzionale per l’organizzatore.

2.     Testa l’esperienza utente

Effettua sempre dei test per assicurarti che tutto funzioni correttamente prima del lancio dell’evento.

Ciò significa prepararsi per tempo e verificare quale strategia possa essere più efficace, analizzare i risultati di un test A/B, ascoltare i feedback che si ricevono e agire di conseguenza e tempestivamente, per evitare di trasformare la User Experience in un processo macchinoso e controproducente.

3.     Utilizza il supporto

“Lasciamolo così, vedrai che ci si abitueranno”. No.

Nel caso si verifichino problematiche, oppure si riscontrano numerosi feedback negativi su un determinato passaggio, la cosa peggiore da fare è ignorare la questione. Rivolgersi al supporto, al project manager, ai creatori della piattaforma o del software che hanno fornito il servizio è l’unico modo per sciogliere un nodo che potenzialmente potrebbe far colare a piccolo il vostro evento.

Intervenire per tempo, risolvendo una problematica e mostrando solerzia, capacità di ascolto e customer care sono il primo passo per dimostrare all’utenza che il vostro evento merita di essere seguito e valorizzato.

4.     Fornisci servizi accessori che aiutino l’esperienza utente

Anche se il tuo sistema sembra perfetto, fruibile, liscio come l’olio, tutti possono imbattersi in qualche piccola difficoltà di percorso, e fornire loro dei servizi per aiutarli a risolvere gli inciampi in modo indolore. Inserisci una sezione con le principali F.A.Q. (e premurati di aggiornarle quando necessario), offri chat diretta di assistenza oppure indirizzi di contatto, designa un orario oppure una giornata in cui un assistente live è disponibile per rispondere a ogni quesito.

Un supporto organizzato è il modo migliore per mantenere l’ordine e gestire il supporto in maniera efficiente.

5.     Analisi e report

Utilizza i report post evento forniti dal gestore della piattaforma per effettuare analisi utili a migliorare e a indirizzare le strategie aziendali future. Potrai, infatti, sfruttare i dati raccolti per offrire al tuo pubblico un’esperienza utente plasmata sui loro interessi.

Questi sono alcuni semplici suggerimenti da seguire per migliorare la user experience che si traduce come una ricerca di qualità che coinvolge tutti gli aspetti della navigazione su un sito o, come in questo caso, su una piattaforma/web app.

Infatti, non bisogna solamente concentrarsi sul punto di vista grafico, perché questo da solo non soddisfa tutti i requisiti di un’esperienza ottimizzata. È necessario considerare anche la facilità della navigazione, la pertinenza dei contenuti e la loro fruibilità e l’user flow, cioè il flusso dell’utente.

L’abbiamo capito: per organizzare un evento virtuale di successo, la UX è di fondamentale importanza. Per, assicurarsi la migliore esperienza possibile, è meglio affidarsi a degli esperti che garantiscano le migliori performance possibili.

1 commento su “L’esperienza utente: una nuova frontiera”

  1. Pingback: Marketing per eventi: 3 modi per promuovere il tuo evento - LetzFair Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci + undici =

Social Media

Resta sempre aggiornato

Iscriviti alla nostra Newsletter settimanale

Richiedi ora la demo Gratuita