Fiera covid

Pandemia ed eventi: Ecco cosa ha imparato il settore fieristico

Negli ultimi 14 mesi il mondo degli eventi è stato messo a dura prova dalla pandemia globale che ha costretto tutti gli organizzatori a ripensare il proprio modello di business e digitalizzarlo il più possibile.

Ecco alla fine cosa abbiamo imparato:

  • Le fiere sono strumenti Essenziali per le filiere e le “iper-nicchie” di mercato in logica verticale
  • Ѐ possibile interagire con i visitatori ed espositori anche al di fuori dello spazio fisico, del tempo e delle date grazie agli eventi virtuali
  • C’è una chiara ed effettiva opportunità di monetizzare il ruolo e la competenza dell’organizzatore fieristico nell’interazione con Espositori e Visitatori
  • C’è un drammatico bisogno di contenuti iper verticali in ogni nicchia di mercato
  • Eventi virtuali e digitali non funzionano come ci si aspettava
    • Difficoltà nell’engagement
    • La tecnologia è un grosso problema
    • Molto difficile monetizzare l’interazione tenendo lo schema classico tra espositori vs visitatori
    • Gli eventi digitali sono fantastici catalizzatori di lead e raccoglitori di dati
  • Ci saranno meno aziende
  • Ci saranno meno soldi nel nostro mercato in generale

Di tutti questi punti ce ne parla più nello specifico il grande esperto Enrico Gallorini che li ha presentati durante l’IEN 2021

In conclusione abbiamo capito che gli eventi puramente digitali presentano i loro problemi ma usando software come Letzfair la tecnologia può essere un grande valore aggiunto ad un’evento fisico potendo utilizzare tutti i vantaggi che la tecnologia offre ma senza diminuire l’engagement che si crea fisicamente.

Per chi si è perso l’IEN 2021 ricordiamo che è possibile riguardarlo gratuitamente registrandosi a questo link.

Ultimi articoli:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it Italiano
X