Dove la tecnologia incontra gli eventi fieristici: la scelta consapevole per un evento di successo

Dove la tecnologia incontra gli eventi fieristici: la scelta consapevole per un evento di successo

Tecnologia fiere
Se stai apprezzando il contenuto fallo sapere anche ai tuoi amici

<<Ce la siamo sempre cavata benissimo senza>> potrebbe essere la reazione di tanti organizzatori di fronte all’incontro tra la digitalizzazione e gli eventi a cui stiamo assistendo.

La scelta della casa di moda Dolce & Gabbana di portare sulle passerelle della Milano Fashion Week dei droni testimonia però come il digitale sia ormai diventato un canale fondamentale di comunicazione, interazione e coinvolgimento per le aziende.

Da sempre vetrine per attirare nuovi clienti, palestre per l’imprenditorialità, ma anche strumento per fare networking e formazione, il ruolo rivestito in particolare dal settore fieristico nell’economia del nostro paese non può essere sottovalutato.

La pandemia Covid-19 non ha però risparmiato sfide e opportunità anche a questa industria che, forzata ad uno stop di oltre un anno, ha dovuto riorganizzarsi.

Ecco, dunque, come la tecnologia è venuta al suo servizio, portando alla proliferazione di numerose piattaforme digitali in grado di trasportare gli eventi verso una direzione sempre più ibrida, un mix tra tradizionale e virtuale a cui dobbiamo abituarci.

Oggi siamo sommersi da piattaforme per creare eventi ibridi, creando una gran difficoltà agli organizzatori fieristici nella scelta della soluzione migliore.

Purtroppo la grande maggioranza delle piattaforme non sono veramente integrazioni per la fiera ma si limitano semplicemente ad essere un’appoggio esterno e soffrono di importanti limitazioni alla personalizzazione ma non solo.

Alla luce di queste considerazioni, Letzfair si impegna nel fornire una piattaforma personalizzabile in grado di ottimizzare l’esperienza dei partecipanti prima durante e dopo l’evento.

Quello che Letzfair propone è infatti una soluzione in grado di migliorare la qualità, la gestione, il monitoraggio e la monetizzazione della community.

I tradizionali assembramenti e code chilometriche fuori controllo davanti ai vari stand vengono sostituiti da analisi dettagliate dei visitatori e da un’efficace e mirata interazione con il networking.

La piattaforma precisamente permette di ottenere velocemente informazioni e grado di compatibilità dei partecipanti, restringendo così il target ad una community maggiormente interessata, coinvolta e profittevole.

Grazie a soluzioni come queste, sembrano esserci tutti i presupposti per far cogliere anche al settore fieristico un’opportunità irripetibile per compiere un balzo in avanti sulla strada del successo.

Non c’è spazio per l’improvvisazione, molto meglio farsi trovare preparati per questo futuro tutto ibrido.

Articoli recenti:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *