4 attività di digital marketing per ottenere successo dai tuoi eventi ibridi

4 attività di digital marketing per ottenere successo dai tuoi eventi ibridi

Digital Marketing
Se stai apprezzando il contenuto fallo sapere anche ai tuoi amici

Le circostanze di questo ultimo anno hanno costretto gli organizzatori di eventi a rivedere le attività di digital marketing per ottenere successo dagli eventi ibridi.

L’obiettivo comune degli eventi è riunire le persone per uno scopo condiviso, che sia educare, informare, discutere o celebrare. Tradizionalmente, gli eventi in presenza sono stati il ​​modo migliore e ideale per raggiungere gli obiettivi, ma grazie ai progressi tecnologici, è ormai possibile organizzare diverse tipologie di eventi. 

Inoltre, la pandemia ha dato agli organizzatori la possibilità di pensare fuori dagli schemi e ripensare completamente al modo in cui hanno condotto gli eventi: la situazione è diventata un catalizzatore per rivalutare il loro approccio.

Infatti la tipologia destinata a prendere sempre più piede è quella degli eventi ibridi, in cui alcuni partecipanti intervengono di persona, mentre altri lo fanno online. In questo frangente, anche le attività di digital marketing devono essere revisionate e, se riproposte in modo corretto, possono aiutare gli organizzatori ad ottenere successo dagli eventi ibridi.

Vediamo insieme 4 attività di digital marketing utili per raggiungere lo scopo.

  1. CREAZIONE DI CONTENUTI DI VALORE

Il marketing di eventi ibridi implica la creazione di contenuti di valore in modo che le persone possano prenderne atto. Tuttavia, prima di creare i contenuti è necessario capire il proprio pubblico, i suoi punti deboli e cosa otterrà partecipando all’evento. Bisogna assicurarsi di comunicare quanto sarà unica e preziosa l’esperienza che verrà fornita. Inoltre, si dovrebbero anche sperimentare diversi approcci di coinvolgimento e vari formati di diffusione.

2. ATTIVITÀ DI SEO

Non ha senso creare buoni contenuti se nessuno li vede. Un buon contenuto non è sufficiente: a volte, i problemi tecnici con l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) rendono più difficile raggiungere il pubblico di destinazione. Questi problemi tecnici di SEO sono tra i maggiori ostacoli che incontrano i siti web aziendali e molti organizzatori di eventi potrebbero scoprire di non avere le risorse di sviluppo per essere in grado di affrontare da soli queste preoccupazioni. Se non si dispone un team SEO dedicato, potrebbe essere meglio assumere un professionista: queste persone sono addestrate a sviluppare i contenuti sul sito web e generare traffico in modo che più persone diventino consapevoli dell’evento.

3. UTILIZZO DI PIÙ CANALI SOCIAL

Oltre all’utilizzo delle proprie pagine sui social media, si possono considerare anche i canali social dei principali stakeholder e partner per promuovere i propri eventi ibridi. Bisogna richiedere di informare direttamente i loro contatti e follower sull’evento, poiché anche loro ne trarranno vantaggio. Inoltre, per farsi notare sui social media, è utile utilizzare contenuti accattivanti come video e immagini dinamiche che possono generare entusiasmo e condividere teaser dell’evento.

4. INVIO DI NEWSLETTER SULL’EVENTO

L’attività di invio di newsletter ai propri contatti è fondamentale per informarli sui vantaggi dell’evento: le misure di sicurezza per chi parteciperà di persona, la promozione di eventuali fattori interessanti sui relatori, informazioni sui fornitori chiave che saranno presenti.

In conclusione, le attività di digital marketing continueranno ad essere utili agli organizzatori anche per gli eventi ibridi: se queste verranno integrate all’interno di una soluzione tecnologica per eventi, come la piattaforma LetzFair, permetteranno di ottenere successo sia dal formato fisico dell’evento ibrido che da quello virtuale.

Dopo aver sponsorizzato in modo efficace il tuo evento ibrido devi aver ben chiaro come poterlo monetizzare

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *