In che modo l’analisi dei dati segnerà il futuro del mercato degli eventi

In che modo l’analisi dei dati segnerà il futuro del mercato degli eventi

In che modo l analisi dei dati segnera il futuro del mercato degli eventi
Se stai apprezzando il contenuto fallo sapere anche ai tuoi amici

La raccolta e l’analisi dei dati sono attività importanti per qualsiasi evento, ma saranno ancora più cruciali per fiere e congressi nell’era post-Covid.

Il futuro e le tempistiche per la ripresa degli eventi dal vivo sono ancora sconosciuti, ma una cosa è certa: la raccolta e l’analisi dei dati relativi agli eventi saranno attività sempre più cruciali per gli organizzatori.

Infatti, nonostante la partecipazione minore prevista per la ripartenza degli eventi, gli organizzatori avranno comunque modo di dimostrare il ROI dei loro eventi, facendo affidamento sui dati.

Questi ultimi offrono molte opportunità per preparare adeguatamente l’evento, analizzarlo e renderlo migliore.

1 Conoscere il pubblico dell’evento
I dati possono aiutare gli organizzatori a comprendere meglio non solo le interazioni e il comportamento dei partecipanti ma anche i loro interessi e desideri e, soprattutto, in che modo influiscono sull’evento. 

2 Capire come massimizzare la partecipazione all’evento
Quasi tutti gli organizzatori di eventi hanno lo stesso obiettivo: massimizzare la partecipazione agli eventi. Un indicatore utile per misurare quest’ultima è costituito dalle “visite di ritorno” e tanto il tasso di visite di ritorno sarà alto, tanto l’evento avrà riscosso successo tra i partecipanti.

3 Ottimizzare l’esperienza dei partecipanti
Affinché un evento diventi significativo, tutte le persone coinvolte devono ottimizzare la loro esperienza partecipando attivamente. Bisogna quindi garantire una partecipazione di alto livello, misurarla e ottenere dati comportamentali autentici per comprendere meglio il pubblico.

Attraverso questo processo, è possibile creare eventi più significativi sia per i partecipanti che per gli espositori.

La misurazione di molteplici touchpoints all’interno dell’evento offre la possibilità di conoscere i partecipanti oltre i sondaggi post-evento. Ad esempio, se l’organizzatore scopre che la maggior parte dei partecipanti è rimasta in una determinata area per un lasso di tempo rilevante e che vi ha raccolto informazioni più attivamente rispetto ad altre zone, avrà un’idea migliore dei loro interessi e potrà sistemare la sua offerta di conseguenza.

4 Impostare le registrazioni dei partecipanti in maniera funzionale per farli ritornare
L’attività di registrazione dei partecipanti all’evento, strutturata in maniera funzionale, fornisce dati ex-post proficui per l’impostazione degli eventi futuri.

Ad esempio, in fase di registrazione si può chiedere ai partecipanti di impostare le proprie azioni e gli obiettivi dell’evento per applicare, una volta terminato l’evento, delle attività di follow up che ne misurino il tasso di successo.

5 Soddisfare le aspettative di espositori e sponsor
Le attività di raccolta e analisi dei dati servono anche per soddisfare le aspettative dell’evento attese sia dagli espositori che dagli sponsor. Come? Controllando ciò che accade nei loro stand.

I dati raccolti presso gli stand, permettono di delineare profili di lead qualificati, saperne di più sul loro coinvolgimento con l’espositore, sulle dinamiche generali dello stand, sul tasso di interazione del prodotto e molto altro ancora.

Non bisogna poi dimenticare che dati specifici come il rapporto tra lead e visite presso gli stand, permettono all’organizzatore di calcolarne il tasso di conversione. Se è basso, l’organizzatore può utilizzare i dati per identificare meglio dove è possibile apportare miglioramenti.

6 Esaminare l’evento in corso per perfezionare quelli futuri
Come diceva l’economista Peter Drucker: “Se non puoi misurarlo, non puoi migliorarlo“.

Per gli organizzatori i dati raccolti durante l’evento sono una base da cui partire per migliorare sempre di più gli eventi futuri: livelli di coinvolgimento più elevati, tempi di attesa inferiori, flusso di traffico migliore e accesso più facile alle sessioni sono tutte aree di miglioramento che devono essere misurate accuratamente se si vuole veramente comprendere il proprio evento e vedere i miglioramenti.

In conclusione, le attività di raccolta e di analisi dei dati segneranno l’evoluzione del settore degli eventi: affinché gli organizzatori ne traggano il massimo profitto, dovranno avvalersi di soluzioni tecnologiche ideate per implementare gli eventi fisici con sistemi digitali.

La piattaforma LetzFair soddisfa anche questo bisogno: la raccolta di dati qualificati e inediti relativi l’evento nel suo insieme finalizzata alla creazione di un’esperienza più dinamica e al raggiungimento sia di un pubblico più ampio che di nuovi sponsor.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *